L'ENERGIA PER TUTTI

5 cose da sapere sul bonus casa 2016

Gli incentivi agli interventi edilizi, al miglioramento dell’efficienza energetica e all’acquisto di nuovi arredamenti sono stati prorogati per l’intera durata del prossimo anno. Secondo la nuova Legge di Stabilità anche nel 2016 chi eseguirà ristrutturazioni domestiche potrà usufruire di detrazioni Irpef fino al 65%. Provvedimenti che interessano gran parte degli italiani visto che nel nostro Paese, secondo l’Agenzia delle Entrate, il 76,6% delle famiglie vive in una casa di proprietà. Ecco una rapida guida all'Ecobonus: cos'è, quali agevolazioni fiscali sono previste, chi ne può beneficiare.

Primo: cos’è l'Ecobonus

L'Ecobonus è un meccanismo di agevolazione fiscale volto a stimolare la pianificazione e l'esecuzione di ristrutturazioni che abbiano di mira la migliore efficienza energetica di case, negozi e uffici. Il 65% del costo dei lavori completati entro il 31 dicembre 2016 potrà essere detratto dall’Irpef o dall'Ires: il processo dovrà essere distribuito in dieci rate annuali (concludendosi quindi con la dichiarazione compilata nel 2027). Sono incluse nelle spese deducibili tutti gli interventi che sostengano l’ottimizzazione del consumo di energia, dalla sostituzione di porte e finestre, all'installazione di pannelli fotovoltaici, di tende solari, di caldaie a biomassa, e in generale di pavimenti e coperture. L’Ecobonus viene riconosciuto anche a chi si impegna in operazioni di adeguamento antisismico nelle aree a rischio più elevato. Per accedere alla detrazione è obbligatorio pagare con bonifico bancario o postale. Deve essere dichiarata la causale del pagamento, il codice fiscale di chi si avvantaggia della detrazione, nonché il codice fiscale o la partita Iva del beneficiario della transazione.

Secondo: Detrazioni per ristrutturazioni edilizie

In generale, è possibile contare su un'agevolazione fiscale per qualunque tipo di ristrutturazione edilizia, anche in assenza di miglioramenti dell’efficienza energetica. In questo caso però la detrazione si riduce al 50% dei costi sostenuti, e non può essere superato il tetto complessivo di 96 mila euro. Anche in questo caso saranno accettate solo le spese dei lavori ultimati entro il 31 dicembre 2016, e la deduzione fiscale dovrà essere diluita in dieci rate annuali. Le condizioni necessarie per la richiesta dell’agevolazione sono le stesse di quelle richieste per l’Ecobonus.

Terzo: Bonus per mobili ed elettrodomestici

Dentro la cornice di un intervento di ristrutturazione viene confermata la possibilità di detrarre il 50% dei costi per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici. Nel catalogo delle scelte ammesse, valgono i grandi elettrodomestici di classe energetica A+ (come frigoriferi, congelatori, condizionatori, forni, lavatrici), ma anche armadi, letti, materassi, comodini, scrivanie, tavoli, sedie, librerie. Il costo complessivo non deve superare il limite di 10 mila euro. Il pagamento deve essere effettuato tramite bonifico o carta di credito o di debito. La ricevuta (con scontrino o fattura) deve riportare il codice fiscale sia dell’acquirente, sia del venditore.

Quarto: una proroga non è una stabilizzazione

Il testo approvato dal Consiglio dei Ministri è un’estensione temporanea delle agevolazioni fiscali già concesse nel 2015 alle ristrutturazioni domestiche. Questo significa che a partire dal 1° gennaio 2017 i bonus si ridurranno, seguendo una pianificazione al ribasso già programmata l’anno scorso. In particolare, i bonus per le ristrutturazioni che non comportano miglioramenti energetici si contrarranno al 36%, e solo fino a un tetto massimo di 48 mila euro.

Quinto: cresce l'elenco dei beneficiari

I beneficiari che ottengono una proroga sono le persone fisiche, i professionisti e le società. A questo gruppo di contribuenti a partire dal 2016 si aggiungono anche gli enti pubblici che gestiscono case di edilizia residenziale. Agli ex Iacp viene messo a disposizione anche un fondo di 170 milioni di euro, destinati alle opere di manutenzione.

ENERGY MAGAZINE

potrebbe interessarti anche:

 

migliora i tuoi consumi, calcola il tuo profilo energetico

Effettua il test per valutare il livello di efficienza energetica della tua casa, sapere quanto consumi e ricevere consigli personalizzati su come migliorarli.

 

usare bene l’energia è una buona abitudine

Scopri in quanti modi puoi ridurre gli sprechi di energia e ottimizzare i consumi energetici della tua casa.

 

L'ENERGIA PER TUTTI

5 cose da sapere sul bonus casa 2016