L'ENERGIA PER TUTTI

La smarTown di Eni gas e luce

Quest’anno al Fuorisalone della Design Week di Milano viene presentata smarTown. Curata dall’architetto Mario Cucinella e da SOS – School of Sustainability, la smarTown è un’installazione esposta all’interno dell’Orto Botanico di Brera. La partnership tra Eni gas e luce e Hive mette in comunicazione antico e moderno, passato e futuro: il giardino settecentesco che sorge nel centro della città, e l’installazione voluta da Eni gas e luce con Hive. L’installazione è inserita all’interno della mostra di House in Motion - promossa dalla rivista Interni -  e prenderà la forma di una città immaginaria per far vivere ai visitatori l’esperienza della fusione tra Smart Home e città. Al contempo, l’interazione e il gioco tra queste due espressioni di arte (solo in apparenza) così lontane, permette ai visitatori di scoprire un’altra forma di energia: quella della passeggiata dentro il chiostro e attraverso gli spazi dell’installazione, che è al tempo stesso un’esperienza cinetica, un’occasione di consapevolezza e un dispositivo per generare energia intelligente.

 

I principi

L’Orto Botanico è stato progettato nel 1774 dall’abate Fulgenzio Vitman per aprire il giardino dei Gesuiti agli studenti di medicina e farmacia. La natura e la sua intelligenza nell’organizzare i punti di generazione e di consumo delle risorse – e nel metterli in comunicazione diventano l’aula in cui i ricercatori possono studiarla per imparare dai suoi meccanismi. È questa la metafora su cui si disegna l’installazione voluta da Eni gas e luce con Hive. Efficienza, comfort e controllo sono i principi che guidano la visione dei due partner sulla vita futura nelle nostre città: un domani che però ha cominciato a esistere già oggi. Informazione e reti elettrificate ottimizzano l’ambiente tecnologico in cui ci muoviamo; capacità di decisione e scienze comportamentali ci permettono di abitare il nuovo ecosistema, impiegando al meglio le opportunità e godendo di una qualità della vita sempre più alta.

 

Una smarTown all’interno dell’Orto Botanico di Brera

Eni gas e luce e Hive hanno deciso di fondere passato e futuro, rete ed energia attraverso un padiglione e un’installazione vera e propria.

Il padiglione si trova sul lato ovest dell’Orto Botanico e agisce come una quinta destinata a rappresentare lo skyline della città. In questa veste tuttavia il suo ruolo è tutt’altro che passivo: i profili della città sono distribuiti su più piani e sollecitano il visitatore a esplorare gli spazi che si creano nei loro intervalli. Ma è il pavimento il protagonista del rapporto con quest’area: le piastrelle convertono i passi dei visitatori in energia, che viene inviata nel settore dell’installazione. Il suolo è intelligente: colleziona dati sui percorsi di chi lo ha calcato e incanala corrente verso la rete che alimenta il resto dell’Orto.

L’installazione vera e propria è distribuita su una pianta che ricalca quella delle città romane: due viali principali, il cardo e il decumano, ordinano tutti gli elementi secondo i due assi nord-sud e est-ovest. Nei settori che vengono disegnati in questo modo, si distribuiscono 903 casette, incastonate ad altezze diverse su palafitte che le collegano al suolo. Ogni micro-edificio (o componente) ha una base quadrata di circa 20x20 centimetri; quelli più alti sono collocati a un’altezza di 2 metri, mentre quelli più bassi si fermano a 30 centimetri dal pavimento. Le casette ricevono energia dal settore del padiglione, ma a loro volta sono in grado di generare corrente attraverso pannelli fotovoltaici, attivi durante il giorno.

Lo spettacolo che si offre ai visitatori continua quindi a variare, secondo l’esposizione alla luce del sole o alla ridistribuzione delle risorse durante la notte. Al contempo, il paesaggio interagisce con le passeggiate che lo attraversano, sulla base della disposizione delle persone nel padiglione e tra i componenti. La smart grid elabora i dati che riceve dalle tracce dei passi e regola il suo funzionamento secondo le necessità d’uso e le opportunità di generazione.

Alcune casette, collocate nei pressi del cardo e del decumano, presentano dimensioni maggiori delle altre e svolgono un compito più divulgativo: sono i componenti smart, ognuno dei quali segue una vocazione specifica per uno dei principi dell’installazione: energia, connettività, personalizzazione, consapevolezza. Come? Scopritelo voi stessi, venendoci a trovare all’Orto Botanico di Brera a Milano ingresso da via Fratelli Gabba 10 – dal 16 al 28 aprile.

 

Il Temporary Store

Durante il ventesimo anniversario del FuoriSalone dal 16 aprile al 31 luglio, il pubblico è invitato a far visita al Temporary Store di Corso Buenos Aires (angolo via Casati 1/A) dove parlare di conoscenza, o di esplorazione dei prodotti, è troppo limitativo. All’interno del Temporary Store l’interazione dei visitatori non si ferma alla ricognizione di un catalogo di prodotti, come quelli che si trovano allineati negli scaffali di un negozio. Eni gas e luce vuole che gli ospiti sperimentino, per l’intera durata della loro permanenza nello store, la vita che potrebbero condurre in una smart home. Per questa ragione nei due piani in cui si articola il punto vendita, gli ospiti sono invitati a vivere l’esperienza della Smart Home, e a testare i prodotti di domotica di Hive con cui è possibile trasformare le proprie abitazioni all’insegna del comfort, dell’efficienza e del controllo. SmarTown è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 20, per offrire a tutti gli ospiti un’esperienza di smart home in prima persona.

 

Guarda anche:

Taggato in

 

migliora i tuoi consumi, calcola il tuo profilo energetico

Effettua il test per valutare il livello di efficienza energetica della tua casa, sapere quanto consumi e ricevere consigli personalizzati su come migliorarli.

 

usare bene l’energia è una buona abitudine

Scopri in quanti modi puoi ridurre gli sprechi di energia e ottimizzare i consumi energetici della tua casa.

 

L'ENERGIA PER TUTTI

La smarTown di Eni gas e luce