SOSTENIBILITA'

Il prezzo del petrolio e il prezzo delle bollette

In meno di due anni, dal giugno 2014 al febbraio 2016, il prezzo del petrolio è sceso da 112 dollari al barile a poco più di 30 dollari: un crollo di oltre il 70% del valore. L’Autorità per l’energia ha aggiornato le previsioni di spesa per le famiglie il 1° gennaio: la bolletta della luce dovrebbe registrare un calo dell’1,2% nel corso del 2016, mentre quella del gas dovrebbe ridursi del 3,3%.

Il prezzo delle bollette

Se il crollo del costo del greggio è una pessima notizia per le economie di intere nazioni, e per molti imprenditori dell’estrazione, le famiglie e le PMI si aspettano almeno di vedere un contenimento del conto economico sulle bollette per i consumi di energia nel 2016. L’Autorità per l’energia, il gas e il sistema idrico (più comunemente, Autorità dell’energia) ha deliberato il 30 dicembre scorso un aggiornamento delle tabelle di comparazione dei prezzi per la fornitura di elettricità e di gas. La stima della spesa sulla bolletta della luce per la famiglia media nel primo trimestre 2016 è prevista in discesa dell’1,2%, e addirittura dell’1,4 se si estende l’arco considerato dall’aprile 2015 al marzo 2016. Il cliente tipico, con una potenza impegnata di 3 kW e un consumo di 2.700 kW all’anno, dovrebbe trovarsi di fronte ad un costo complessivo di 505 euro.
Il settore gas dovrebbe invece essere caratterizzato da un risparmio ancora più consistente: L’Autorità dell’energia prospetta una riduzione dei costi intorno al 3,3% per il primo trimestre 2016, con un calo del 4,4% complessivo lungo l’arco aprile 2015 – marzo 2016.

La bolletta sottoControllo

Le notizie per i consumatori sono quindi positive. Eppure può sembrare iniqua la differenza tra il taglio del valore economico del petrolio al barile, e la fluttuazione del prezzo in bolletta. Il problema è che la Componente Energia del costo per le famiglie si limita al 34,6% del prezzo complessivo (assumendo una situazione di 6 kW di potenza installata e un consumo annuo di 10 mila kWh) nel caso dell’elettricità, e al 48% nel caso del gas. La quota di maggioranza del costo in bolletta è stabilita dall’Autorità dell’energia, è  una tariffa fissata ed è devoluta a finanziare il dispacciamento, i servizi di rete trasporto e la commercializzazione.
Eni per prima in Italia ha introdotto un’offerta che garantisce ai clienti PMI (professionisti e piccole imprese) i benefici della flessione del prezzo delle materie prime, senza esporli al rischio di rincari sopra il livello raggiunto al momento della sottoscrizione. sottoControllo per l’elettricità e per il gas sono i contratti che permettono di bloccare per due anni il costo della Componente Energia applicato in bolletta. In altre parole, se il prezzo delle materie prime fluttua verso il basso, il cliente risparmia in misura proporzionale sul valore della Componente Energia che gli viene assegnato; se invece la volatilità dei mercati spinge al rialzo la quotazione delle risorse estraibili, il costo non potrà superare quello stabilito al momento della firma del contratto.

Le percentuali del risparmio

In Italia l’offerta sottoControllo è stata lanciata da Eni nel 2014 per le partite Iva e le PMI, e nel 2015 estesa anche per le famiglie. Come riportato in un’intervista ad Angelo Zaccari (CHIEF RETAIL MARKET GAS & POWER OFFICER), è stato calcolato che il prezzo dell’energia elettrica per le piccole medie imprese sia diminuito del 25%, e che quello del gas sia sceso del 30%. Per le famiglie, invece, il risparmio energetico è stato circa del 7% sulla bolletta della luce e dell’8% su quella del gas. In Francia, dove l’offerta sottoControllo è venduta con il nome “Astucio”, i clienti Eni hanno ottenuto una riduzione media del prezzo della bolletta del 10%; questa garanzia di risparmio ha suscitato grandissimo interesse tanto da meritarsi le lodi su “60 Millions de consommateurs”,  importante rivista specializzata nella difesa degli interessi dei consumatori.
Tutto sembra dimostrare che è il momento giusto per tenere sottoControllo i costi energetici della propria impresa.

Taggato in

ENERGY MAGAZINE

potrebbe interessarti anche:

 

migliora i tuoi consumi, calcola il tuo profilo energetico

Effettua il test per valutare il livello di efficienza energetica della tua casa, sapere quanto consumi e ricevere consigli personalizzati su come migliorarli.

 

usare bene l'energia è una buona abitudine

Scopri in quanti modi puoi ridurre gli sprechi di energia e ottimizzare i consumi energetici della tua casa.

 

SOSTENIBILITA'

Il prezzo del petrolio e il prezzo delle bollette