Come risparmiare energia con i dispositivi elettronici.
Alcuni consigli.

L’elettronica costituisce una parte significativa dei costi energetici. I computer, le stampanti e router WiFi da soli rappresentano circa il 25% della bolletta elettrica, un costo difficile da ridimensionare. Infatti, anche se da un lato le aziende propongono nuovi prodotti meno dispendiosi in termini di consumo energetico, dall’altro l’utilizzo sempre crescente dei dispositivi va ad incidere sul risparmio garantito da modelli più efficienti. Poiché difficilmente useremo di meno i nostri dispositivi e anzi li useremo sempre più spesso, ecco una serie di consigli per ottenere un considerevole risparmio energetico, fino a un 30% in meno sulla bolletta dell’elettricità, con i vostri computer, modem, stampanti, carica batterie di cellulari e tablet.

Come risparmiare energia con i dispositivi elettronici? Un consiglio per tutti.

I dispositivi consumano energia elettrica per tutto il tempo in cui sono accesi, quindi, disattivandoli, si risparmia energia, ma molti di essi continuano a consumare anche quando si pensa siano spenti: fino al 75% del consumo totale di elettricità in relazione all’elettronica è dovuto ai cosiddetti carichi fantasma (l'energia che un apparecchio elettronico consuma quando non viene attivato, ma è connesso alla rete elettrica). Ad esempio, se un carica batterie è caldo anche se non sta caricando alcun oggetto, potete star certi che sta sprecando energia. Peggio ancora sono i dispositivi che vanno in stand-by, anziché spegnersi. C'è un semplice trucco per spegnere completamente questi dispositivi e eliminare quindi i carichi fantasma: staccare le spine. La maggior parte delle famiglie ha più di una dozzina di dispositivi elettronici. Scollegarli tutti separatamente può risultare un po' laborioso. Tuttavia, se si dispone di una presa multipla, è possibile raggruppare i dispositivi che si desidera disattivare collettivamente: ad esempio il PC, il monitor e la stampante. Poi basta spegnere o scollegare l'intera presa, dopo aver spento i vari dispositivi. Si può fare lo stesso con il router Wi-Fi. Lo spegnimento delle prese multiple vi costerà un paio di secondi al giorno ma vi farà risparmiare non poco all'anno.

Come risparmiare sui consumi di computer, modem e stampanti

  1. In ogni computer è possibile personalizzare il piano di consumo energetico, come ad esempio determinare il periodo di tempo dopo il quale il computer va a in modalità stand-by o lo schermo si spegne. È anche possibile scegliere l’intensità della luminosità del monitor. Un computer che funziona in modalità a basso consumo usa realmente meno energia. Meglio spegnere il computer quando non lo si utilizza: anche se si verifica un piccolo aumento di energia quando un computer si avvia, questo dispendio è inferiore all'energia utilizzata da un computer che rimane acceso per lunghi periodi di tempo. È consigliato spegnere il monitor se non si ha intenzione di utilizzare il PC per più di 20 minuti e spegnere tutto il computer, se si pensa di non servirsene per più di 2 ore. Facendo attenzione a queste opzioni, il potenziale per il risparmio energetico è notevole. Un paio di curiosità: lo screen saver non riduce il consumo energetico del monitor e i computer portatili utilizzano molta meno energia rispetto ai computer fissi.
  2. Modem e router. Nonostante entrambi non consumino molta energia, nella maggior parte delle case, non sono mai spenti. Ricordarsi di collegare anche questi ad una presa multipla, da disattivare con facilità
  3. Stampanti e monitor. Se dovete acquistare una stampante o un monitor nuovo, tenete presente che le stampanti a getto d'inchiostro consumano fino al 90% di energia in meno rispetto alle stampanti laser e i monitor TFT (Thin film Transistor, la tecnologia usata nei monitor LCD a matrice attiva) richiedono solo il 25% dell'energia rispetto a un vecchio monitor CRT(schermo a tubo catodico).


Come risparmiare sui consumi di telefoni, fotocamere, smartphone e tablet

  1. Telefoni cordless e fotocamere digitali. È consigliato utilizzare batterie ricaricabili: diversi studi hanno dimostrato che sono più convenienti rispetto alle batterie usa e getta.
  2. Tablet e smartphone. Il risparmio in questo ambito si esprime ottimizzando la durata della batteria. Per evitare di ricaricare qualunque smartphone o tablet troppo spesso, il primo passo è utilizzare le modalità di risparmio energetico.

Sembrerà banale, ma spegnere il dispositivo durante la notte, qualora non si attenda una chiamata, farà risparmiare moltissima batteria.
Modificare la luminosità dello schermo e procedere alla disattivazione degli sfondi animati è un buon modo per far durare più a lungo la batteria.
Non piacerà ai social addicted, ma eliminare l’applicazione di Facebook può essere una mossa utile: infatti, secondo The Guardian, senza questa app si risparmia il 15% di batteria su un iPhone 6s e fino al 20% su uno smartphone Android.
Quando non si ha intenzione di fare uso di WiFi, Bluetooth, internet 3G o 4G per più di mezz’ora, sarebbe utile disattivarli. Stesso consiglio vale per le notifiche push non necessarie.
Chiudere le applicazioni aperte in background rimane una delle opzioni salva energia più utili.
È possibile anche monitorare e ridurre il consumo di energia in altri modi. I sistemi operativi Apple recenti consentono di gestire le applicazioni che consumano maggiormente e nell’Iphone è possibile utilizzare il Lower Power Mode, che offre tre ore in più di utilizzo quando la batteria residua è al minimo. Per il mondo Android si può attivare manualmente dalle impostazioni una opzione simile, che limita i servizi di localizzazione, la vibrazione e gli aggiornamenti delle mail. Esiste inoltre una app chiamata GO Battery Saver, che disattiva automaticamente la connessione Wi-Fi e il 3G a schermo spento.

 

migliora i tuoi consumi, calcola il tuo profilo energetico

Effettua il test per valutare il livello di efficienza energetica della tua casa, sapere quanto consumi e ricevere consigli personalizzati su come migliorarli.

 

La Xbox può consumare più di un frigorifero... Divertiti risparmiando

Quanta energia si spreca guardando un film in streaming con la Playstation o la Xbox? Hai impostato lo spegnimento automatico nella tua console? Un semplice accorgimento che consente un risparmio energetico consistente durante la giornata. Ecco un consiglio per i videogiocatori che vogliono divertirsi ottimizzando i consumi.

 

Elettricita'

Come risparmiare energia con i dispositivi elettronici. Alcuni consigli