L'ENERGIA PER TUTTI

La storia della liberalizzazione del mercato dell’energia

La nascita del monopolio nel mercato dell'energia

A pensarci oggi sembra strano, ma è stato calcolato che ancora nel 1961, in Italia, quasi 700.000 case erano prive di elettricità. Erano però gli anni del boom economico e nelle abitazioni degli italiani arrivano frigoriferi, televisori e lavatrici. In Italia si imponeva la necessità di un’azienda che gestisse la produzione e la distribuzione dell’energia elettrica su tutto il territorio. Erano queste le circostanze storiche emergenziali che, nel 1962, hanno portato la camera dei deputati a dar vita a un mercato dell’energia governato da una condizione di monopolio da parte di un unico Ente Nazionale.  

 

Il Decreto Bersani per il mercato dell'energia

Il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, noto come decreto Bersani, è il primo passo verso l’effettiva liberalizzazione del mercato dell’energia. Il decreto ha come obiettivo principale quello di mettere fine al regime di monopolio e di creare un mercato concorrenziale dell’energia in cui, la competizione tra diversi fornitori, produca un abbassamento delle tariffe a beneficio dei consumatori.  Con il decreto Bersani il mercato dell’energia viene distinto in due parti; distributore e produttore. Le attività di distribuzione sono affidate allo Stato, mentre le attività di produzione, acquisto e vendita sono responsabilità dei diversi fornitori. Il distributore è quindi unico e non è possibile sceglierlo, mentre i fornitori sono molteplici e possono essere scelti da ogni utente in base alle proprie necessità.

I primi ad aver potuto, già nel 2000, beneficiare del mercato libero sono stati i grossi consumatori di energia, cioè chi consumava almeno 30 Mgw di energia. Nel 2004 anche i possessori di IVA hanno iniziato a poter scegliere il fornitore con cui sottoscrivere i contratti energetici. Per le utenze domestiche, invece, la possibilità di scegliere l’offerta energetica più conveniente è iniziata nel 2007. Anche se molti ignorano questa opportunità, è da ormai 11 anni che i privati possono decidere con quale fornitore energetico sottoscrivere un contratto e, se non soddisfatti, cambiarlo.

 

Mercato di maggior Tutela

Il 2007 è quindi l’anno che sancisce l’inizio del mercato libero dell’energia in Italia. Tuttavia, dal 2007 a oggi in Italia hanno vissuto fianco a fianco il mercato libero e il mercato tutelato. Il mercato tutelato prevede per i consumatori tariffe definite dall’ARERA. Il regime di maggior tutela è però destinato a sparire a breve: il 30 giugno 2019 è la data fissata per il passaggio obbligatorio al mercato libero da parte di tutti gli utenti.

 

Mercato libero per tutti

Dopo varie proroghe e rinvii, dal 30 giugno 2019 il mercato libero diventerà una realtà per tutti i consumatori e piccole imprese, che dovranno obbligatoriamente passare al mercato libero. Non è vero, come invece talvolta si legge, che chi non attiva un nuovo contratto entro quella data andrà incontro a sanzioni. Ad oggi, ciò che accadrà dopo il 30 giugno è ancora in fase di definizione.

Tuttavia i consumatori possono già passare ad un’offerta del mercato libero, come già avviene nel mercato della telefonia.

Eni gas e luce, per aiutare i consumatori a entrare nel mercato libero, ha pensato a SceltaSicura, l’offerta che ti porta nel mercato libero con un risparmio immediato. SceltaSicura è l’offerta di Eni gas e luce che si rivolge a chi si avvicina per la prima volta al mercato libero, o a chi vi è già entrato ma vuole cambiare contratto, e che garantisce il 20% di sconto rispetto al Prezzo dell’Energia fissato trimestralmente per il mercato tutelato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente). Mentre, fino al 30 giugno 2019, gli utenti che rimangono nel mercato tutelato pagheranno l’energia secondo il prezzo stabilito da ARERA in base alle variazioni dei mercati, chi passa a SceltaSicura ottiene subito un risparmio del 20% su quel prezzo.

Inoltre, dopo il 30 giugno 2019 per i clienti che hanno attivato SceltaSicura Eni gas e luce fisserà il corrispettivo luce per altri 6 mesi applicando il Prezzo Energia stabilito dall’Autorità durante il primo trimestre 2019.

SceltaSicura è stata sviluppata per le esigenze di tutti: l’opzione monoraria - scelta non garantita nel mercato tutelato - per i consumatori che hanno un utilizzo costante e indifferenziato dell’energia nel corso di tutta la giornata, e opzione bioraria per gli utenti che utilizzano l’energia prevalentemente la sera e nei giorni festivi.

Per attivare l’offerta SceltaSicura è sufficiente compilare online la scheda per la richiesta di attivazione. Per ultimare la procedura servirà solo:

•  un documento d’identità e un indirizzo e-mail;
•  una vecchia bolletta / una bolletta dell’attuale fornitore;
•  un indirizzo e-mail

In pochi semplici passaggi sarete entrati nel mercato libero con SceltaSicura e presto inizierete a risparmiare il 20% sul Prezzo Energia fissato per il mercato tutelato.

 

Guarda anche:

ENERGY MAGAZINE

potrebbe interessarti anche:

 

migliora i tuoi consumi, calcola il tuo profilo energetico

Effettua il test per valutare il livello di efficienza energetica della tua casa, sapere quanto consumi e ricevere consigli personalizzati su come migliorarli.

 

usare bene l’energia è una buona abitudine

Scopri in quanti modi puoi ridurre gli sprechi di energia e ottimizzare i consumi energetici della tua casa.

 

L'ENERGIA PER TUTTI

La storia della liberalizzazione del mercato dell’energia